L'azienda agricola
Il ristorante
Le camere
La piscina

Visita il Nostro nuovo sito:

Horseback.it

dedicato al Trekking ed i Viaggi a Cavallo

Da qualche anno ormai insieme ai ragazzi che frequentano il maneggio organizziamo viaggi a cavallo. L'esperienza accumulata ci porta oggi a pensare di poter proporre queste straordinarie esperienze ad un pubblico un po' più vasto.
Ma a chi specificatamente è rivolta questa offerta?
Naturalmente, al contrario delle piccole passeggiate, il viaggio va proposto a chi un po' di esperienza già c'è l'ha.
Se però qualcuno privo di esperienza fosse interessato, dovrebbe prima avvicinarsi al mondo dei cavalli con qualche breve passeggiata.
Quello che a noi preme far capire è che se conta conoscere le regole fondamentali dell'equitazione sia da terra ( pulirlo, sellarlo, condurlo alla corda anche in sentieri difficili …..) sia da sopra ( salire e scendere agevolmente sempre considerando anche sentieri non facili, riuscire semplicemente a farsi ascoltare dal cavallo, ad esempio riuscire a fargli mantenere le andature che il resto del gruppo ha in modo tale da conservare un certo ordine e ritmo di viaggio …..), conta ancora di più lo spirito di adattamento col quale ci si deve approcciare a queste esperienze; questo perché si tratta sempre di viaggi che mettono alla prova fisicamente, in cui spesso e per lunghi tratti occorre andare a piedi magari sotto la pioggia e con l'onere di dover pensare anche al cavallo, in cui a parte qualche caso il bagno è all'aperto, in sintesi è una piccola avventura.
Con questo non si vuole scoraggiare nessuno, si intende solamente mettere le cose in chiaro, far capire che non si tratta di una semplice vacanza ma secondo noi è molto di più, è un viaggio e per quanto breve oltre a catapultarci in territori veramente belli, riesce pienamente nell'intento di allontanarci per un po' dalla nostra frenetica quotidianità e farci assaporare quei ritmi lenti ed armoniosi che solo la natura riesce a conservare.

Come sono organizzati i viaggi.

Il giorno della partenza l'appuntamento è per le 8,00 nel nostro piccolo maneggio; è comunque consigliabile arrivare già il giorno prima della partenza; per la notte ognuno può organizzarsi come vuole anche se considerate che già per quel giorno garantiamo una piccola cena e un appoggio per la notte *.
Arrivare il giorno prima permetterà di sbrigare con calma tutte quelle faccende che precedono il viaggio.
Verranno innanzitutto abbinati i cavalli ai cavalieri tenendo conto delle loro preferenze ma soprattutto dei pesi degli stessi cavalieri (non disponiamo di cavalli molto grandi quindi se ci sono dei pesi massimi fatecelo sapere prima).
Si provvederà poi insieme a vestire i cavalli alle cui selle (che non verranno per nessuna ragione cambiate nel senso che i partecipanti al trekking non possono portarsi dietro la loro) verranno agganciate le bisacce nelle quali i cavalieri dovranno mettere solo quello che serve per la tappa del giorno (acqua, panino, maglie e giacche per il freddo, vestiario antipioggia e non tante altre cose) il resto dovrà essere messo in una borsa da dare alla guida che la riconsegnerà ogni giorno alla fine della tappa ( vi preghiamo anche in questo caso di non esagerare con i bagagli anche perché tutto quello che vi servirà sarà il sacco a pelo, qualche cambio di vestiti, degli asciugamani, un beauty case con dentro l'occorrente considerando soprattutto che il bagno, almeno la sera, sarà all'aperto).
Dopo gli ultimi controlli si potrà finalmente partire.
Ogni tappa può avere (salvo imprevisti) una durata che oscilla dalle 5 alle 8 ore terminate le quali si raggiungerà il punto tappa; questo è solitamente collocato nei prati sommitali di qualche montagna e costituito da una o due tende nelle quali mangiare e riposare.
La mattina, dopo il caffè, si riparte.

Da non dimenticare:
torcia frontale, coltellino, macchina fotografica, scarponcini da montagna, ghette, marsupio, piccolo pronto soccorso personale, documenti, vestiario antipioggia (pantaloni, giacca e consigliamo anche il cappello), uno o due cambi a seconda della durata del viaggio, beauty case e asciugamano, sacco a pelo, borraccia o ancora meglio una o due bottigliette d'acqua da ½ litro.

Le tariffe:
Il costo di ciascuna giornata di viaggio è di € 115,00. Questo è comprensivo di:

Guida ( le guide saranno sempre tre, due a cavallo e una che ci raggiunge nei vari punti tappa in macchina), noleggio cavallo ed attrezzatura per cavallo, assicurazione, bivacco in tenda, cena e colazione. Sono esclusi i panini del pranzo che si potranno comprare nei paesi che incontreremo e la cena dell'ultima sera.

Chi volesse con proprio cavallo unirsi al gruppo usufruendo quindi di Guida, bivacco in tenda, cena colazione avrà una riduzione del 40%.

Da sapere:
Il viaggio non potrà aver luogo se non si raggiungerà il numero minimo di sei partecipanti.
All'atto della prenotazione dovrà essere versata una caparra di circa un quarto dell'importo totale, caparra che verrà restituita solamente se le condizioni climatiche non consentiranno assolutamente di partire (ricevuta la caparra vi verrà spedita una mail di conferma).
Il fatto che il maltempo non ci permetta di portare a termine il viaggio non significa che i singoli giorni fatti non debbano essere pagati.

I mezzi di trasporto pubblici raggiungono la cittadina di Fermignano e non l'Azienda quindi possiamo noi pensare ad accompagnarvi in questo tratto di strada.

Per ulteriori info 340/4957916

Le nostre proposte:

Piccolo anello del Furlo.

Si tratta della proposta più breve (solamente due giorni) ed anche l'unica che prevede il bivacco nel rifugio in quanto la regolamentazione interna dell' omonima riserva statale non prevede la possibilità di piantare la tenda. Il piccolo tour ci consentirà di percorrere i prati sommitali del M.Paganuccio e M. Pietralata ed osservare sia dal basso che dall'alto la meravigliosa gola del Furlo.

L'anello del Nerone.

Questa è una proposta di quattro giorni con la prima giornata dedicata al raggiungimento del M. Nerone; questo verrà girato in lungo e in largo nel secondo e terzo giorno mentre il quarto prevede il ritorno a casa dal M. di Montiego (raggiunto nell'ultima parte della terza tappa). Sono sempre i prati sommitali che anche in questo giro la fanno da padrone soprattutto nel M. di Montiego ma non da meno sono i crinali del Nerone (dai quali nelle giornate limpide è possibile raggiungere con lo sguardo i Monti Sibillini ed il Gran Sasso), e i sentieri nei fossi che nel periodo del disgelo saranno gonfi d'acqua.

Il grande anello del massiccio Catria e Acuto

E' questa la nostra proposta più lunga, sei giorni, nella quale si aggirerà completamente il bellissimo massiccio del Catria e Acuto toccando nelle varie tappe tutte le montagne o promontori che gli stanno intorno; il Nerone, la Sella di Burano, il M. Cucco, il M. Strega. La prima tappa è la stessa dell'anello precedente con il raggiungimento del M. Nerone. La seconda tappa ci porterà nel bellissimo Bosco delle Tecchie la cui area boschiva è rimasta assolutamente intatta. Il terzo giorno si lascia il bosco per prendere il sentiero E1 sentiero Europeo nella splendida Sella di Burano, il crinale che separa a nord Le Marche dall'Umbria, in direzione M. Cucco in pieno territorio Umbro; anche qui come nel bosco di Tecchie la fanno da padrone i faggi secolari. I prati sommitali caratterizzano invece la tappa di avvicinamento al M. Strega; ricominciamo a vedere il massiccio nel suo versante nord-est, versante che si attraverserà per intero nella quinta tappa (questa tappa toccherà anche il famoso monastero di Fonte Avellana). Nella sesta tappa, quella che completa il nostro anello, il paesaggio appenninico lascerà la scena a quello collinare tipico della nostra terra.

... Sono in fase di preparazione anche altre proposte...

IL NOSTRO TERRITORIO
I NOSTRI VIAGGI


Il maneggio
Le origini storiche
Dove siamo
I prezzi
Contatti
Photo Gallery